Gardnerella Vaginalis alla dodicesima settimana di gravidanza, curata con “Flagyl” 250 mg.

Salve, vi ho contattati per un’informazione su un farmaco in gravidanza e gentilmente mi avete dato il nr. del Dr. De Santis, che mi ha risposto subito e vi racconto il mio quesito.
Ho effettuato diversi tamponi vaginali prescritti dal mio ginecologo alla 12° settimana e ritirando i referti risulta positivo per “Gardnerella Vaginalis”, il mio ginecologo mi prescrive il “Flagyl” (compresse orali) da 250 mg., 4 volte al dì per 7 giorni. Ma prima di prenderlo io e mio marito decidiamo di ripetere il tampone vaginale questa volta non in ospedale, ma presso un laboratorio di analisi privato, nel frattempo in attesa di quest’altro referto, e preoccupata da ciò che mi aveva detto il mio ginecologo che, se non mi curavo subito potevo andare incontro ad un parto prematuro, decido di prendere il ‘Flagyl’. Dopo 3 giorni di cura con questo antibiotico ritiro il referto che risulta negativo!
Contatto Gravidanza Felice, che mi da il nr. del dr. De Santis che, disponibilissimo e molto gentile, mi dice che il principio attivo del Flagyl, il metronidazolo, non dà problemi al feto, se usato dopo la 13° settimana e mi consiglia di fare la cura almeno per 4 giorni e dopo aspettare altri 10 giorni e ripetere il tampone vaginale.
Lo ringrazio di cuore come ringrazio voi.
Vi dico soltanto che il mio ginecologo mi aveva detto prima che se volevo potevo sospendere il farmaco, poi che secondo lui dovevo continuare fino al settimo giorno infine di chiamare il Telefono Rosso, cosa che ho fatto ma senza successo.
Grazie ancora,
Simona.

Gardnerella Vaginalis alla dodicesima settimana di gravidanza, curata con “Flagyl” 250 mg.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat