Spaventatissima per ansia, attacchi di panico e pressione alta a nove settimane gravidanza, chiede aiuto: può assumere benzodiazepine (EN)???

Torino, 11 gennaio 2010

Gentili operatori di gravidanza felice,

trovo il vostro sito bello ed utile, oltreché intelligente e pieno di speranza.

Mi chiamo Laura, ho 37 anni e da nove settimane sono in attesa del secondo bambino.

Soffro da anni di ansia e di attacchi di panico ed avevo urgente bisogno di parlare con il Telefono Rosso, a cui molto fate riferimento, per l’assunzione di benzodiazepine, ieri in Pronto Soccorso, a causa della mia ansia cronica,  che mi ha fatto salire la pressione a 107 di minima e 164 di massimama al numero indicato non mi è stato mai possibile riuscire a prendere la linea.

Poiché, dopo l’episodio di ieri la ginecologa spinge perché continui a prendere tali farmaci, nonostante fossi arrivata alla gravidanza con la sospensione totale delle medicine, avrei veramente bisogno di un consiglio utile e competente in materia quanto prima, perché sono spaventatissima.

Potete aiutarmi?

Grazie

Laura

Le inviamo il num. di cell del dott. Marco De Santis, il resp. del Tel. Rosso……. Fra poco, intorno alle 14,30 può chiamare. In genere lui a quest’ora è disponibile. Tanti cari auguri per la sua salute e la sua gravidanza, Ass. Gravidanza Felice

Gentili operatori, al numero da voi indicatomi il dr. De Santis non risponde mai. Cosa posso fare? Grazie

Laura

Provi a chiamare il Telefono Rosso, 06 3050077, dalle 12 alle 13 è più probabile che riesca a prendere la linea. Nel caso non ci riesca  riprovi intorno alle 14,30 con il dott. De Santis.  Se ancora non risponde ci riscriva ché provvederemo a darLe  il num. di una dottoressa che ha lavorato al Telefono Rosso.

Gentili operatori,

Il Telefono Rosso anche dalle 12 alle 13 è stato sempre occupato ed il dr. De Santis alle 14.30 ha staccato il telefonino…….

Vi prego di aiutarmi! [Perché, o autorità sanitarie del Policlinico Gemelli, non volete mai ascoltare il grido d’aiuto di queste donne in gravidanza, che temono malformazioni dei loro figli? Perché non volete potenziare il Telefono Rosso?]

Grazie

Laura

Evidentemente il dott. De Santis, sempre molto disponibile, avrà fatto oggi già diverse consulenze, per cui non avrà avuto tempo. Abbiamo parlato con la dottoressa Anna Maria Merola che ha lavorato al Telefono Rosso, la quale si è resa disponibile a farLe la consulenza, il cell. ………… –   Ci faccia sapere se è riuscita a parlarci, altrimenti ci faccia avere il suo num. di tel. ché provvederemo noi a farLa chiamare da qualche operatore.

Gentili operatori, sono riuscita a parlare con il dr. De Santis, il quale mi ha fortemente tranquillizzata su l’utilizzo in gravidanza di ansiolitici.

Vi ringrazio molto della disponibilità

Grazie

Laura

Siamo felici per Lei. Pensiamo che la sua storia potrebbe essere utile ad altre donne. Possiamo metterla sul sito? Mettiamo Laura da Torino, se Le va bene. Ci dovrebbe dire, però,  cosa Le ha detto il dott. De Santis. Come ha potuto constatare Lei stessa sarebbe necessario potenziare il Tel. Rosso, per evitare che tante donne penino come Lei, se non di più, ma non riusciamo a farlo. Le autorità sanitarie statali, quelle regionali del Lazio e del Policlinico Gemelli non ne vogliono proprio sapere. Stiamo cercando uno sponsor che lo finanzi. Dopo aver chiesto il permesso al Policlinico Gemelli si può fare un’elargizione e con 10.000 euro si può aumentare di un’ora al giorno l’orario di servizio. Almeno a noi è stato chiesto tanto. Di nuovo tanti cari auguri di cuore per la sua salute e la sua gravidanza, Ass. Gravidanza Felice

Potete tranquillamente mettere la mia storia sul sito.

Il dr. De Santis mi ha tranquillizzata dicendo che dosi non elevate di benzodiazepine si possono tranquillamente assumere durante anche tutta la gravidanza.

Il pericolo di malformazioni (l’unica individuata fino ad ora è il labbro leporino) è rarissimo: 1,3   su 1000 donne contro 1 su 1000 per le donne che non hanno assunto ansiolitici.

Nel mio caso il farmaco che assumo al bisogno è l’EN, a dire del dottore compatibilissimo con la gravidanza a dosaggi non elevati.

Per quanto riguarda il rischio di crisi di astinenza nel neonato, si verifica solo ad esposizioni elevate di farmaco.

La crisi di astinenza di risolve comunque in due settimane.

A vostra disposizione per ogni ulteriore chiarimento, Vi auguro buon lavoro

Fatemi sapere quando procederete alla pubblicazione al fine di interagire con eventuali altre donne che possano aver bisogno di ulteriori dettagli.

Laura

25/10/2010 16.05
Cara Laura,
vuole comunicare alle utenti di gravidanzafelice l’esito della gravidanza, in modo da completare la sua testimonianza sull’uso di En in gravidanza? Cogliamo l’occasione per porgerLe cordiali saluti e per mandare un mondo i baci al/la bimbo/a, Ass. Gravidanza Felice

27/10/2010

Cari amici di gravidanza felice,

vi comunico che in data 23 agosto 2010 ho dato alla luce un bellissimo e sanissimo bambino di nome Michele.

Ho assunto fin dalle prime settimane di gravidanza delle gocce di En (benzodiazepine), a causa di un ritorno improvviso di ansia ed attacchi di panico, di cui avevo sofferto molti anni fa’.

Ho preferito non prendere antidepressivi, visto che prima di allora non ne avevo mai fatto uso.

All’ottava settimana di gravidanza, sotto controllo medico, ho dovuto assumere 20 gocce di En per un attacco molto forte che mi aveva causato anche un brusco innalzamento della pressione arteriosa.

Per tutta la gravidanza al bisogno, non in maniera continuativa, ho potuto prendere 8-10 gocce di ansiolitico.

Il bambino non ha avuto alcuna conseguenza, è sano e forte.

Vi abbraccio tutti e grazie per l’aiuto ed il conforto

Laura

 

Se ti piace gravidanza felice ricordati di seguire la nostra pagina facebook

58 commenti su “Spaventatissima per ansia, attacchi di panico e pressione alta a nove settimane gravidanza, chiede aiuto: può assumere benzodiazepine (EN)???”

  1. Sono alla 13+5..Ho 31 anni e da circa 10 soffro di depressione ciclica curata con psicofarmaci e attacchi d’ansia controllati con ansiolitici. All’inizio della gravidanza ho smesso bruscamente l’assunzione di tavor(di cui stavo abusando)..pensavo di riuscire ad essere forte..ma nulla..ho cominciato ad assumere valium..30 gocce divise nell’arco della giornata..e’ durissimo il senso di colpa e l’ansia permane..ma piu’ attenuata di quando ho provato a non assumere nulla. Prego che possa andare tutto bene anche se la mia indole mi fa vedere tutto nero

    Rispondi
  2. Ciao sono leila,
    E sono terrorizzata da anni soffro di depressione, ansia, attacchi di , panico e pensieri bruttissimi. Ho sempre preso antidepressivi e, ansiolitici e sonniferi anche abusandone. Dal primo giorno che sono rimasta incinta ho smesso tutto ed è stato un vero incubo ho cominciato a stare malissimo. Così nonostante il parere negativo del mio psichiatra , il ginecologo mi ha fatto ricominciare a prendere 3 volte al giorno 25 gocce di Rivotril 2.5 anche se non sto benissimo per il momento non riesco a farne a meno anche perché sto affrontando una situazione difficilissima. Ma leggendo le contro indicazioni sono terrorizzata e sto vivendo un vero e proprio incubo e non più una gravidanza felice. A partire dal labbro leporino a tutto il resto…
    Aiutatemi per favore sto impazzendo.
    Non so se è meglio interrompere la gravidanza per i gravi rischi che posso aver creato al mio piccolo.
    Dimenticavo sono alla 12 settimana…
    Vi prego rispondetemi non so più a chi rivolgermi.
    Grazie di cuore

    Rispondi
  3. Cara Leila,
    non hai motivo di essere così preoccupata, non sei l’unica ragazza, che fa uso di ansioliotici in gravidanza e, se per alcune benzodiazepine alcuni studi registrano un lievissimo aumento del labbro leporino, che sarebbe di un caso su 1.000 per le donne che ne fanno uso contro un caso su 1.300 per quelle che non ne fanno, per quanto riguarda il rivotril “Non è segnalato un aumento del rischio di malformazioni in seguito all’assunzione di clonazepam (Rivotril) in gravidanza” (dott. Antonio Clavenna del Laboratorio per la Salute Materno Infantile dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri” di Milano),
    http://forum.corriere.it/farmaci-e-gravidanza/28-10-2016/rivotril-in-gravidanza-2915581.html
    Per tua maggior tranquillità prova a chamare il Telefono Rosso del Policninico Gemelli, tel. 06-3050077 (lun. merc. ven. dalle 9 alle 13; mart. e giov. dalle 14,30 alle 18,30) per avere informazioni precise e corrette su farmaci in gravidanza e se non dovessi riuscire a prendere la linea, prendi contatto con l’Associazione Gravidanza Felice https://www.gravidanzafelice.com/nuovo/contatti/ , che farà in modo di farti avere una consulenza da un medico che lavora o ha lavorato al Telefono Rosso.

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat