In gravidanza radiazioni indirette da esami di medicina nucleare.

5 marzo 2016

Salve,

mi chiamo Elena e vi contatto perché ho bisogno del vostro aiuto. Sono incinta alla 19 esima settimana di gravidanza e stamane ho accompagnato mia madre a fare una scintigrafia miocardica di perfusione a riposo e sotto sforzo in un centro di medicina nucleare. Purtroppo non ero a conoscenza del fatto che non potessi stare in questi centri e sono rimasta in attesa per ben 4 ore, aspettando che mia madre terminasse l’esame, a contatto continuo, quindi,  con “persone radioattive”…una delle quali è stata seduta vicino a me per più di mezz’ora dopo la scintigrafia nell’attesa che la venissero a prendere. Appena mi hanno riferito che il luogo non era adatto a me, sono andata via.

Ora mi chiedo…posso aver provocato qualche danno???

Sono davvero tanto preoccupata.

Vi lascio il mio recapito…..

Grazie

Gentile sig.ra Elena,

Le trasmettiamo la risposta del tutto rassicurante del dott. De Santis, responsabile del Telefono Rosso:

“Esposizione insignificante. Rischio naturale.”

Il suo bambino, cioè, non corre alcun rischio in più oltre a quello di base della popolazione generale.

Cordiali saluti,

Ass. Gravidanza Felice

P.S. Se ci autorizza, possiamo pubblicare la sua domanda con  la relativa risposta sul nostro sito https://www.gravidanzafelice.com/nuovo/ a beneficio di tante donne con la sua stessa preoccupazione. L’e-mail non comparirà.

Grazie per la risposta celere e complimenti per il bellissimo ed utilissimo lavoro che svolgete. Acconsento volentieri alla pubblicazione….

Grazie infinite davvero

Elena

 

In gravidanza radiazioni indirette da esami di medicina nucleare.

3 pensieri su “In gravidanza radiazioni indirette da esami di medicina nucleare.

  • 27 Dicembre, 2019 alle 10:01 pm
    Permalink

    Buonasera, sono all’ ottava settimana …. ho accompagnato mio figlio di tre anni a fare una radiografia al torace… non sapevo di non poter entrare e sono entrata con lui …. lui è stato da solo io stavo vicino ma non troppo… volevo sapere se ho provocato qualche danno al feto , attendo risposta grazie

  • 27 Dicembre, 2019 alle 11:28 pm
    Permalink

    Inoltriamo la risposta del tutto rassicurante del prof. Marco De Santis, responsabile del Telefono Rosso: “Nessun aumento del rischio naturale anche se l’avesse fatta lei direttamente, dosaggio estremamente basso.”

  • 30 Dicembre, 2019 alle 6:16 pm
    Permalink

    Carissima MANUELA,

    Ho letto il tuo post: “Manuela – Dicembre 27, 2019 alle 10:01 p.m.”,
    dove esprimevi la tua preoccupazione per aver assistito alla radiografia al torace di tuo figlio di tre anni, ma credo che tu possa stare del tutto tranquilla per il bambino che hai concepito e che porti nel tuo grembo.

    Vedo che qui sopra ti ha già risposto in modo rassicurante il prof. Marco De Santis, responsabile del Telefono Rosso, che dice: “Nessun aumento del rischio naturale anche se l’avesse fatta lei direttamente, dosaggio estremamente basso.”

    So che a volte non è facile convincersi del tutto come mamma, perché c’è sempre un po’ di timore.
    Ma vedi che addirittura la radiografia non avrebbe fatto niente al bambino concepito che porti in te, neanche se l’avessi fatta tu stessa direttamente.

    E poi la radiografia è mirata e dopo l’esame non restano residui nell’ambiente. L’ambiente non è radioattivo, altrimenti i tecnici lo sarebbero anche loro e non potrebbero effettuare indagini.

    Ti propongo anche di consultare la voce “Radiografie” alla pagina Testimonianze del sito https://www.gravidanzafelice.com/nuovo/testimonianze/

    Vivi serenamente la tua gravidanza, accanto ai tuoi figli, quello di tre anni e quello che nascerà.
    Buon Anno Nuovo 2020!!!

    Marica

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat