Eutimil, Xanax e Momendol senza sapere di essere incinta: Bimbo sano

Reggio Emilia, 03 giugno 2009 12:24 PM
Subject: medicinali in gravidanza

Buongiorno,
chiedo informazioni circa farmaci che ho assunto prima di scoprire di essere  incinta. Soffro di attacchi di panico e sono in cura da anni con Eutimil e Xanax. Ho scoperto ieri di essere incinta, una gravidanza non cercata ma accolta con felicità. La mia paura riguarda il fatto che stavo assumendo farmaci, in particolare: mezza compressa di Eutimil 20 mg al giorno, al bisogno mezza compressa di Xanax 0,50. In più per forti attacchi di cervicale ho preso qualche compressa di Momendol. Ora ho sospeso tutto, ma sono molto preoccupata.
Vi ringrazio.

Gentile sig.ra Emanuela, l’aiuto che chiede da noi, lo può ricevere dal Telefono Rosso del Policlinico Gemelli, n. 06 3050077 (ore 9-13 dal lun. al ven.), al quale La invitiamo a rivolgersi. La nostra Associazione Gravidanza Felice non svolge,  almeno per ora, un servizio di natura medica. Se  non riesce a prendere la linea (verso mezzogiorno ci sono più possibilità) ce lo faccia sapere, perché sarà nostra cura farLa chiamare al più presto dal dott. Marco De Santis, il coordinatore del Telefono Rosso, uno dei massimi esperti italiani sui fattori di rischio riproduttivo. In attesa di un suo riscontro, Le porgiamo di cuore gli auguri di poter risolvere al più presto i suoi problemi e di trascorrere d’ora in avanti una gravidanza serena, Ass. Gravidanza Felice

Giovedì 18 marzo 2010 16.56

Gentile sig.ra Emanuela,
ci scusiamo per il disturbo, ma vorremmo, con il suo consenso logicamente,
mettere sul sito la testimonianza della sua gravidanza, che ci auguriamo sia
andata a buon fine,  perché di sicuro utile a tante altre donne con problemi
simili ai suoi. Cogliamo l’occasione per porgere distinti
saluti e per augurare ogni bene a Lei e ai Suoi cari, Ass. Gravidanza Felice

Buongiorno,
sono ben felice che possiate mettere sul sito la mia testimonianza in modo che
potrà essere utile ad altre donne in difficoltà. Ho partorito il 24 gennaio un
bel maschietto di nome Francesco ed è andato tutto bene.

Abito a Reggio Emilia, in
Emilia Romagna.
Grazie ancora.
Emanuela M.

Grazie. Abbiamo messo sul sito la sua preziosa testimonianza. La domanda che in molte si faranno adesso è se lei ha smesso o meno di prendere l’Eutimil e lo Xanax ed anche cosa Le disse il Tel. Rosso in merito a questi farmaci e
al Momendol. Potrebbe fare ancora loro il favore di completare con queste informazioni la sua storia? Felici di averLa aiutata, mandiamo tanti baci a Francesco e gli facciamo tanti tanti cari auguri insieme alla sua mamma e a
tutti i suoi familiari, Ass. Gravidanza Felice

Riporto ciò che mi è stato detto dal Tel. Rosso: per quanto riguarda l’assunzione di Xanax  nei primi tre mesi di gravidanza c’è un rischio minimo di labbro leporino , circa 2 casi su mille. Per quanto riguarda Eutimil, ovvero
paroxetina, il rischio riguarda la possibilità di un leggero soffio al cuore, un problema raro e comunque risolvibile e non rischioso per la vita del feto. L’importante è sospendere entrambi i farmaci, ma soprattutto la paroxetina, in
prossimità del parto, per evitare sindromi da astinenza del neonato. Per quanto riguarda Momendol, chiesi informazioni alla mia ginecologa, la quale mi disse che non ha effetti teratogeni se assunto nel primo trimestre,
mentre può essere dannoso per il feto e la madre se assunto nell’ultimo trimestre e soprattutto in prossimità della gravidanza.
Se può essere utile vi riporto anche la testimonianza del mio primo parto.    Anche allora assumevo gli stessi psocofarmaci,  ma, avendo partorito in anticipo rispetto alla data presunta e non essendo riuscita a sospendere la paroxetina completamente, la mia bimba ha sofferto di sindrome di astinenza da paroxetina, alla nascita cioè ha sofferto di crisi metabolica consistente in ipoglicemia e ipocalcemia, comunque risoltasi positivamente nell’arco di qualche giorno con un ricovero in neonatologia. Oggi mia figlia ha due anni e mezzo e gode di ottima salute. Nell’ultima gravidanza, alla luce di questa esperienza, è bastato sospendere il farmaco gradualmente due mesi prima del parto per evitare tale problematicae, come dicevo, il mio bimbo è sano e forte. Credo che essere sereni in gravidanza, anche con l’aiuto di farmaci che sono ad essa compatibili, sia molto importante per la salute e la serenità del bambino che ortiamo in grembo.
Emanuela

Eutimil, Xanax e Momendol senza sapere di essere incinta: Bimbo sano

8 pensieri su “Eutimil, Xanax e Momendol senza sapere di essere incinta: Bimbo sano

  • aprile 16, 2010 alle 5:11 pm
    Permalink

    Buonasera,ùho letto con molta attenzione questo articolo. Prima di rimanere incinta assumevo anch’io Paroxetina (20Mg) + Alprazolam (25mg) x depressione e attacchi di panico. ho iniziato a scalare la cura fino ad arrivare a 10mg di Eutimil un giorno sì e uno no e Alprazolam mg 12.5. Ho resistito fino al settimo mese ma ora sto proprio male: i sintomi della depressione e del panico si sono fatti vivi con forza tanto da farmi vivere male questa gravidanza anche se desiderata. Dal momento che su consiglio del mio ginecologo ricomincerò di nuovo la cura, vi chiedo se e con quale posologia posso riprendere Eutimil e Alprazolam e quanto tempo prima dovrò sospenderlo prima del parto e per quanti giorni. Inoltre, potrò allattare oppure no.

    grazie mille per una vostra risposta.
    Questo sito è davvero un salva-vita

    Patrizia

  • luglio 12, 2010 alle 1:11 pm
    Permalink

    BUONGIORNO
    SN UNA DONNA ALLA TERZA GRAVIDANZA,
    CON IL SECONDO BAMBINO HO SOFFERTO DI DEPRESSIONE KE PERO’ SI E’ RISOLTA,ADESSO SN ALLA 31 SETTIMANA DI GRAVIDANZA E STO DAVVERO MALE, MA LA MIA NEUROLOGA HA DETTO KE IN GRAVIDANZA NN DEVO ASSUMERE NIENTE MA IO NN CE LA FACCIO PIU’,IL PARTO E’ PREVISTO X IL 15 SETTEMBRE 2010,VI PREGO DI AIUTARMI CONFIDO IN VOI E CREDO TANTO NEI VOSTRI CONSIGLI ASPETTO CON ANSIA,A PRESTO PAOLA

  • settembre 4, 2010 alle 1:50 pm
    Permalink

    vorrei sapere se al momento del bisogno, posso prendere una compressa di xanax da o,25 durante la gravidanza e fin dalle prime settimane. mi hanno detto che non dovrebbero esserci problemi e comunque ne assumo una quantità minima e raramente. grazie

  • maggio 27, 2011 alle 5:47 pm
    Permalink

    salve,sn in cura per attacchi di panico e attualmente assumo 5 gocce di citalopram al giorno e un xanax da 0,50.Io e il mio compagno vorremmo avere un bambino,ma quali sono i rischi assumendo tali psicofarmaci?ho molta paura di non poter mai avere un bambino a causa dei miei attacchi di panico e degli psicofarmaci che assumo da tempo.grazie

  • agosto 7, 2012 alle 11:35 am
    Permalink

    buon giorno ho preso delle bustine natural snella
    non sapevo ke ero incinta adesso lo saputo…… ho smesso di prenderle più di 15 giorni fa mi potete dare una risp. grazie

  • febbraio 27, 2015 alle 9:58 am
    Permalink

    Salve
    Il problema che sto per scrivere non riguarda me personalmente, ma la fidanzata di mio fratello….ha 26 anni e ha saputo da poco di aspettare un bambino.
    Non so con precisione cosa abbia, ma so che prende psicofarmaci dall’eta di 11-12 anni, e al momento e ricoverata da più di 4 mesi in una struttura psichiatrica. (So che soffre di maniee,ecc. ma di più nn so)
    Io vorrei sapere se con l’assunzione di questi farmaci, c’e il rischio se il bambino nasca con qualche malformazione? ?

  • febbraio 28, 2015 alle 12:34 pm
    Permalink

    Cara Maria Rosaria,

    ti consiglio di contattare direttamente il sito di Gravidanza Felice, affinché ti mettano in contatto con i medici specialisti.

    Ti copio qui gli indirizzi di gravidanza felice, che trovi sotto la voce “Contatti”:

    L’associazione “Gravidanza Felice” è raggiungibile via e-mail agli indirizzi info@gravidanzafelice.it

    info@gravidanzafelice.com

    ed ai seguenti numeri telefonici

    dalle 11,00 alle 13,00 il Lun, Mer, Gio, Ven
    dalle 16,30 alle 18,00 il Mar

    0974 4554

    oppure potete chiamare il cell. Vodafone 347 92 300 72

    o quello TIM 339 1463677

    Ciao e contattali al più presto.
    Un abbraccio

    Marica

  • settembre 11, 2016 alle 11:05 am
    Permalink

    Buon giorno leggevo la tua storia, in quanto anche io assumo eutmil da ormai un anno perché dopo la nascita di mio figlio ho iniziato a soffrire di forti aftacchi di panico.. Ho smesso la terapia con la psicologa e ora che sto meglio ci piacerebbe avere un altro bambino.. Il mio dilemma è .. Come diminuire la cura e soprattutto se nel frattempo posso comunque provare ad avere un bimbo o se devo interrompere e dopo quanto potrei provare.. Grazie a chiunque voglia rispondermi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat