Dubbio Toxoplasmosi agli inizi della gravidanza, risolto dal Telefono Rosso e dal Sant’Orsola di Bologna.

Parma, 26 febbraio 2010

Subject:positività toxoplamosi

Salve, mi chiamo Manuela e ho 21 anni; sono incinta di 7 settimane e 5 giorni. Lunedì 22 febbraio sono andata a ritirare le analisi del sangue e sono risultata positiva alla Toxoplasmosi in modo debole, in modo recente. I medici del reparto di maternità di Parma mi hanno dato una terapia antibiotica, ma sulla gravidanza hanno detto che è meglio abortire, ma io non ci riesco, lo amo e non  sento che il mio bimbo/a sia malato/a e vorrei tanto un altro parere sono davvero disperata e molto confusa, perché poi la mia ginecologa dice tutt’altro rispetto all’ospedale.

vi prego aiutatemi… Manuela

Le diamo il num. di cell. del dott. Marco De Santis, il responsabile del Telefono Rosso dal momento che esso fino a lunedì è chiuso, il numero è ………. Il dott. De Santis, che è uno dei massimi esperti italiani sui fattori di rischio riproduttivo, di sicuro Le saprà chiarire e risolvere tutti i suoi dubbi. Ci faccia sapere, se vuole,  cosa Le ha detto poi  il dott. De Santis, il quale sicuramente vorrà essere informato su tutto e Le farà anche tutta una serie di domande; nel caso poi che non ci riesca a parlare, ci può riscrivere o chiamare ai num. 0974 4554 (lun. merc. giov. ven. ore 11-13) o 347 9230072 (sempre), perché o Le daremo il num. di un altro operatore del Tel. Rosso o La faremo chiamare noi sempre dal dott. De Santis al numero che eventualmente ci vorrà lasciare. Stia tranquilla e tanti cari auguri di cuore per la sua gravidanza, Ass. Gravidanza Felice

La informiamo che abbiamo inoltrato la sua e-mail  anche ad un professore universitario, che collabora con la nostra associazione, il prof. Pino Noia del Policlinico Gemelli di Roma, il quale ha detto che ne prenderà visione appena possibile.

10 Marzo 2010 Allora sig.ra Emanuela, ha chiamato il dott. De Santis? Ci potrebbe informare su cosa Le ha detto? Siamo sicuri che la pensa esattamente come la sua ginecologa, ma vorremmo una conferma da Lei, perché ci sta a cuore la sua salute e la sua serenità. Se poi ci vuol far mettere sul sito la sua storia, perché serva anche ad altre donne con i suoi stessi dubbi e paure Le saremmo davvero molto grati. Vorremmo anche sapere se ha avuto risposta dal prof. Noia.  Cordiali saluti, Ass. Gravidanza Felice

Il giorno 26 marzo 2010 09.49, Manuela  ha scritto:

Scusate se non vi ho più risposto, ma ho avuto un pò di impegni ultimamente.

Sì ho sentito il prof.  De Santis, che mi ha tranquillizzato e mi ha indirizzato al ospedale Sant’ Orsola di Bologna per effettuare gli esami riguardo la toxoplasmosi, che a Parma non facevano accurati e  mi hanno dato la bella notizia di aver preso la toxoplasmosi prima del concepimento e che il rischio è del 2% come una gravidanza normale…

Il prof.  Noia mi ha rassicurata e anche lui mi ha suggerito di appoggiarmi a Bologna…

Vi ringrazio tutti di vero cuore finalmente siamo di nuovo Felici e il merito è tutto vostro grazie grazie grazie grazie grazie

Manuela e Davide e il nostro piccolo grande amore che è ancora nella pancia

Benissimo! Di certo la sua brutta esperienza non è stata inutile, perché adesso metteremo sul sito la sua storia e così altre donne in dubbio come Lei potranno rivolgersi all’Ospedale  Sant’Orsola di Bologna. Mettiamo solo il suo nome, Manuela e la città, Parma. Però come è forte questo Davide, se così piccolo ha già sconfitto dei medici troppo frettolosi. E come è stata brava la sua mamma! Baci e auguri a tutta la famiglia.

P.S. Ma come fa a sapere che è un maschietto, se lo immagina oppure ha fatto qualche indagine? E’ vero che le mamme nell”80% dei casi indovinano il sesso, pero’  c’è sempre un margine di errore.

Davide è il futuro papà, che grazie a voi ha ricuperato il sorriso e ci teneva anche lui a ringraziarvi di cuore

E’ un sorriso  contagioso che ci allarga il cuore e ci fa sentire bene. Scusaci per l’errore, leggendo bene si capisce che Davide è il papà, però la nostra fretta è più scusabile di quella dei medici del reparto di maternità: alla fine abbiamo solo scambiato il padre per il figlio! Essi invece….. Il tuo caso ci da cmq un grande insegnamento: quando la diagnosi è infausta, conviene andarci con i piedi di piombo e richiedere sempre ulteriori accertamenti, chiamando magari, se è il caso, il Telefono Rosso, perché sono sempre possibili errori. Se invece di diagnosi, si parla di sospetti di malformazioni, allora gli errori arrivano al 99%, secondo le statistiche del Telefono Rosso stesso. Chi causa più sospetti infondati di malformazione per il bambino  è il foglietto illustrativo dei farmaci, detto anche “bugiardino”: nell’81% dei casi. Le abbiamo detto questo, perché potrebbe sempre esserLe utile in seguito. Un forte abbraccio,  Ass. Gravidanza Felice

23 aprile 2010

Ieri sera alle 18:15  abbiamo fatto un ecografia e il nostro piccolo sta benissimo ed un maschietto. Vi allego l’eco e vi ringraziamo nuovamente per tutto quello che avete fatto per noi,  senza di voi non so se ci sarebbe questo bellissimo bimbo che si gratta la testa mentre facevamo l’ecografia. Grazie di cuore siete degli angeli, Manuela Davide e  dal nostro piccolo maschietto…

11 novembre 2010

Salve mi chiamo Thomas e sono nato il 06-10-2010, volevo ringraziarvi di cuore per tutto quello che avete fatto e un ringraziamento speciale al dr De Santis per aver indicato alla mia mamma il policlinico S. Orsola di Bologna per essere seguita per la toxopalsmosi. Sono un bimbo sanissimo, vi ringrazio davvero tanto perchè grazie a voi la mamma ha ritrovato la serenità mentre io ero nella sua pancia….

Dubbio Toxoplasmosi agli inizi della gravidanza, risolto dal Telefono Rosso e dal Sant’Orsola di Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat