26 ANNI IN DEPRESSIONE DOPO IL 3° FIGLIO PRENDE E SMETTE IL CITALOPRAM. INCINTA DEL 4° FIGLIO, CADE DI NUOVO IN DEPRESSIONE, MA IN INTERNET TROVA GRAVIDANZA FELICE

16 aprile 2009

Sono una mamma di Cremona di 26 anni ed ho 4 bambini. Dopo la nascita del mio 3° figlio ho avuto una depressione molto forte che mi ha tolto ogni emozione e voglia di sognare e di sperare nel futuro.

Vedevo tutto nero intorno a me, nulla mi dava gioia, nessuno mi capiva e nessuno sapeva di cosa avessi bisogno. Ho consultato uno psichiatra che mi ha prescritto un farmaco: il Citalopram. L’ho utilizzato per tre mesi, poi l’ho smesso perché era troppo forte. Poi ho incominciato a stare meglio, anche se non come prima.

Finché un giorno appresi la notizia di essere incinta del 4° bambino: ecco che tutto si rifece grigio!

Un’angoscia mi rientra dentro, una paura mi assale di nuovo.

Dopo parecchie incertezze feci la scelta più difficile della mia vita: quella di abortire, perché con il quarto non provavo la stessa gioia che avevo sentito con gli altri figli.

Andai al Consultorio dove mi fecero l’ecografia: guardavo con tristezza quell’essere, ignaro di tutto, soprattutto della decisione che prendeva la sua propria mamma e cioè quella di non volerlo!

Mi diedero il giorno e l’ora. Quel giorno e quell’ora che non avrei mai voluto arrivassero!

Più passavano i minuti, le ore, le giornate e più mi sentivo male solo all’idea di ciò che stavo facendo o per meglio di ciò che avrei fatto: non portare a termine una gravidanza, non far nascere un bambino, una vita, una speranza, un mio domani.

Più guardavo gli altri tre figli e più mi rendevo conto che la mia decisione era sbagliata, soprattutto perché quell’essere non poteva opporsi, non aveva diritto di parola! Ma se avesse parlato cosa mi avrebbe detto?????

Questo non sarei mai riuscita a saperlo. Mi sentivo molto sola, entrarono di mezzo anche le vacanze, così non potei mettermi in contatto neanche con il mio dottore per un consiglio, un aiuto.

Mi prendeva il panico, sentivo il cuore impazzire e tra angosce, paure e infelicità, arrivò il giorno che non potrò mai dimenticare!

Mentre pensavo e ripensavo alla mia decisione, trovai su internet il sito https://www.gravidanzafelice.com/nuovo/    (che mi cambiò la vita!)

Decisi di provare anche con quello: mi dissi che tentar non nuoce e mandai un messaggio. Spiegai la mia situazione e chiesi loro consiglio. Mentre scrivevo sentivo un vuoto che mi circondava perché, se nessuno mi avesse risposto, ero al punto di prima. Invece risposero subito, chiesero il mio numero e lo diedi senza pensarci. Mi telefonarono, furono molto gentili ed apprensivi: mi sentii subito al sicuro. Come quando un bambino si spaventa e vicino alla mamma si sente protetto, così mi sentivo io.

Dissi che non sapevo cosa fare e che il giorno dopo sarei dovuta andare a fare una cosa, di cui sicuramente mi sarei pentita per tutta la vita, perché NON L’AVREI VISTO CRESCERE, RIDERE, CHIAMARMI MAMMA.

Dissi che avevo attacchi di panico, che avevo paura, che durante la gravidanza sarei peggiorata, che non avrei voluto che il bambino mi crescesse dentro, che non potevo chiedere consiglio al mio dottore perché non c’era.

E subito mi rassicurarono, mi fecero mettere in contatto una dottoressa del Telefono Rosso, che ringrazio infinitamente.

La dottoressa mi disse che c’erano farmaci che potevo assumere anche durante la gravidanza, se non mi fossi sentita bene (cosa di cui io non ero a conoscenza), questo in qualche modo mi fece sentire molto bene.

Pensai che c’era speranza, che questa gravidanza la potevo in qualche modo portare avanti, e così feci. Ma non ero sola, avevo infatti l’aiuto della dottoressa di Gravidanza Felice che mi telefonava ogni sera e delle sue amiche, che invece mi cercavano durante la giornata. E ogni volta mi chiedevano come stessi e come andavano le cose e sinceramente le cose andavano benissimo!!!!!!!!

E furono così per gli altri mesi. Ero molto serena e felice e sentivo il mio bimbo crescere, scalciare e capivo quanto avevo fatto bene a ripensarci!

La gravidanza andò benissimo. Il bimbo è nato a termine e pesava Kg 4,220.

Quando ho partorito e me l’hanno portato vicino lo guardavo con molta gioia e non mi saziavo di toccarlo e di accarezzarlo.

Un grazie di nuovo a tutti a Gravidanza Felice, al Telefono Rosso e a tutte quelle che mi sono state accanto, con affetto

Laura

 

 

 

Se ti piace gravidanza felice ricordati di seguire la nostra pagina facebook

46 commenti su “26 ANNI IN DEPRESSIONE DOPO IL 3° FIGLIO PRENDE E SMETTE IL CITALOPRAM. INCINTA DEL 4° FIGLIO, CADE DI NUOVO IN DEPRESSIONE, MA IN INTERNET TROVA GRAVIDANZA FELICE”

  1. Ciao Lara, io prendo Tavor per l’ansia che a questo dosaggio si sta rivelando molto efficace, mentre mi è stato dato citalopram come antidepressivo, ma dopo un mese mi hanno cambiato la terapia perchè inefficace per la mia depressione e me lo hanno sostituito con lo zoloft che è un pò più potente. Ora sto meglio, piano piano sto iniziando a godermi un pò la gravidanza! Però ogni caso è a sè so che citalopram è particolarmente indicato per ansia e attacchi di panico, io lo assusmevo per depressione quindi non ti so dire. So che i tempi sono un pò lunghi, almeno tre quattro settimane per depressione e per ansia anche di più. Cmq se non vedi benefici chiedi di cambiare terapia anche tavor lo danno in gravidanza ed è efficace subito… Al telefono rosso mi hanno detto che si può assumere in gravidanza. Un abbraccio e in bocca al lupo

    Rispondi
  2. Per Paola: a me hanno sostituito l’elopram con zoloft perchè elopram dopo 1 mese ancora non faceva effetto ed il mio umore scendeva sempre più giù 🙁 Mi rassicura sapere che il tuo bimbo è venuto alla luce senza nessuna complicazione; vedrai che questa volta sarà lo stesso. In questi periodi della vita siamo più vulnerabili, però il fatto che tu hai vissuto già questa situazione e poi è andato tutto alla grande deve darti forza e conforto. Se hai bisogno di tavor o benzodiazepine prendile, io assumo adesso che mi hanno alzato dosaggio 40 gocce di tavor al giorno e sono seguita da un’equipe che cura proprio disturbi della gravidanza e del post partum quindi se fosse stato controindicato non me lo avrebbero mai prescritto. Certo la speranza è che, una volta stabilizzata situazione, riesca a ridurre gradualmente il dosaggio di tavor per arrivare al parto più pulita possibile… altrimenti il mio piccolo può nascere un pò “sedato” ma sono cmq sintomi che scompaiono in poco tempo. So che se lui sapesse tutto mi capirebbe, lo faccio anche per lui non merita di sicuro una mamma depressa o angosciata che non riesce nemmeno a fargli un sorriso o a giocare con lui. Tienimi aggiornata e fatti forza che tra un pò tornerà il sereno!

    Rispondi
  3. Ciao Noemi, dopo quasi un mese di terapia mi sento meglio. non sono al 100% ma comunque molto meglio di prima. ci sono giorni no…ma non mi lamento.
    L’umore anche va meglio.Speriamo di andare sempre di più verso un miglioramento. Vorrei arrivare al parto più serena possibile. A te come va con lo zoloft?un in bocca al lupo a tutte.Per paola: come va? che cura stai facendo? su forza che sicuramente troverai la cura adatta anche questa volta e poi non è detto che la paroxetina non funzioni più. tienimi aggiornata.

    Rispondi
  4. eccomi qui, sto continuando a prendere la paroxetina (eutimil) perchè anche se meno indicato del citalopram in gravidanza, sono ormai quasi al terzo mese e la dottoressa mi ha detto che cambiare ora farmaco potrebbe essere deleterio per me. D’ altronde il feto è più vulnerabile nei primi mesi e quindi si spera che abbia scampato il pericolo (consistente in un soffio al cuore…questo mi ha detto la dott. che potrebbe essere la complicazione non grave). Il mio umore non è un granchè ma il panico attualmente sembra attenuato…mi accontento. In compenso ho molte nausee e spossatezza perciò non riesco ad affrontare al meglio le giornate…spero che come per la scorsa gravidanza passino presto. Un bacio a tutte!

    Rispondi
  5. SALVE A TUTTE SONO ANTONELLA ,E SOLO OGGI HO CONOSCIUTO GRAVIDANZA FELICE,HO PROVATO A CHIAMARE PER UNA SETTIMANA TELEFONO ROSSO MA E SEMPRE OCCUPATO,AVREI BISOGNO DI QUALCHE RASSICURAZIONE SONO MAMMA DI DUE BIMBE E INSIEME A MIO MARITO DESIDERIAMO IL TERZO ,PERO’ IO PER FIBROMIALGIA ASSUMO CITALOPRAM MEZZA COMPRESSA AL GIORNO QUINDI 10 MG E 10 GOCCE DI XANAX LA SERA PER ATTACCHI DI PANICO ,E QUESTE MEDICINE MI SPAVENTANO MOLTO NON VORREI PRENDERLE IN GRAVIDANZA MA SE POI DEVO?????AIUTATEMI GRAZIE MILLE

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat