35 ANNI, DESIDERIO DI UNA NUOVA GRAVIDANZA, RINVIATA PER ATTACCHI DI PANICO ED USO DI EN, PLASIL E BENTELAN

Schio (VI), lì 4 marzo 2009

Salve

spero di scrivere all’indirizzo giusto.

Ho 35 anni, una bambina di 7 anni e vorrei un’altra gravidanza, ma soffro di attacchi di panico da quando avevo 19 anni. Uso al bisogno dalle 5 alle 10 gocce di En, e volevo sapere se le potevo usare in caso di una gravidanza. Ultimamente mi hanno consigliato di prendere le Pineal per sostituire le En, contengono anche la valeriana e volevo sapere da voi se è possibile usarle in gravidanza.

Vorrei anche sapere, onde evitare magari malattie genetiche se è possibile fare una mappatura genetica prima di procreare e che esami devono essere fatti.

Soffro di coliti anche molto forti tanto che in qualche occasione ho dovuto ricorrere alla puntura di Plasil. Se fossi in gravidanza, questo farmaco, sarebbe dannoso?

Vado soggetta a brutte laringiti che mi obbligano a prendere il Bentelan. Tutti questi farmaci si possono usare o è meglio che rinunci per sempre a una gravidanza?

Aiutatemi, ormai inizio ad invecchiare e la paura sale al posto di passare e i miei sensi di colpa e di pentimento mi rendono le giornate avvilite.

Se qualcuno mi può aiutare lo ringrazio fin d’ora dal profondo del cuore

Grazie!

Stella

Gentile sig.ra Stella, il Telefono Rosso del Policlinico Gemelli di Roma,              n. 06 3050077 (ore 9-13 dal lun. al ven.), La potrà senz’altro aiutare in vista di una nuova gravidanza. Per l’intanto inizi a prendere l’acido folico. Non è facile riuscire a prendere la linea, ma verso mezzogiorno ci sono più probabilità. A risentirci sia se è riuscita a prendere la linea e sia, anche se questo non garba molto ai medici del Telefono Rosso, per cercare di farLa chiamare da esso, in qual caso ci deve inviare un suo recapito telefonico.

Salve,

volevo innanzitutto ringraziare l’operatore che venerdì [6 marzo] gentilmente mi ha telefonato e avvisato dell’attesa della chiamata del Telefono Rosso ricevuta da lì a poco.

Ho parlato con una dottoressa che è stata molto gentile e paziente a rispondere a tutte le mie domande.

Mi è stato detto che le En, come tutte le benzodiazepine prese nel 1° trimestre di gravidanza possono provocare l’1,5 di labbro leporino su 1.000 bambini, rispetto all’1 su 1.000 di una donna che non usa niente, quindi la differenza è proprio poca. Poi mi è stato detto che in caso avessi bisogno di usare il Bentelan x forti laringiti lo si può usare senza timore, così anche per l’iniezione di Plasil.

E’ ovvio che sarebbe meglio per tutte non usare niente in quel periodo, ma, non potendo astenersi, questi farmaci non sono così pericolosi come alcuni medici dicono.

La mia paura di una nuova gravidanza, nonostante che potrei prendere le En, purtroppo non è passata. Il ricordo della mia prima  gravidanza, i nove mesi così lunghi, difficili e in solitudine con tutte le mie paure, con le contrazioni ed il riposo forzato sempre dentro casa da sola, mi hanno così traumatizzato che mi bloccano nel prendere una decisione.

Tanta è la voglia e tanta la paura e tanti sono i rimorsi e i sensi di colpa verso il mio tesoro che chiede a Gesù la compagnia di una sorellina o di un fratellino…Vorrei veramente tanto che qualcuno mi aiutasse a trovare la forza per vivere interamente la mia vita, ma questi attacchi di panico mi limitano in tutto.

Ogni volta che per televisione vedo un parto o so della nascita di qualche figlio di qualche mia amica mi ritrovo in lacrime e un senso di inferiorità. Questo mi fa capire che il desiderio della gravidanza magari c’è, ma la paura mi blocca.

Con tanta gratitudine vi auguro buon lavoro e buona giornata,

Stella

Gentile sig.ra Stella, innanzitutto voremmo dirLe, come Le avrà anche detto, se glielo ha chiesto, la dott.ssa del Telefono Rosso, che in genere ogni gravidanza è a se stante. Non è detto che siccome la prima è andata male, la seconda sarà lo stesso e viceversa. Per l’altra sua domanda che si è dimenticata di porre, sarà nostra premura farLa richiamare.

Inizi pure a cercare la cicogna.

35 ANNI, DESIDERIO DI UNA NUOVA GRAVIDANZA, RINVIATA PER ATTACCHI DI PANICO ED USO DI EN, PLASIL E BENTELAN

41 pensieri su “35 ANNI, DESIDERIO DI UNA NUOVA GRAVIDANZA, RINVIATA PER ATTACCHI DI PANICO ED USO DI EN, PLASIL E BENTELAN

  • Maggio 29, 2009 alle 6:23 am
    Permalink

    speravo che qlc scrivesse nel mio post con problematiche simili alle mie

  • Settembre 13, 2009 alle 11:59 am
    Permalink

    cara stella, io ho comunque fatto un commento d’aiuto in qualche modo..non per foza per capirci bisogna avere gli stessi problemi, non credi?
    ti auguro una vita il più possibie serena
    Chiara

  • Settembre 13, 2009 alle 6:40 pm
    Permalink

    Ciao Chiara non lo avevo mai letto scusami scrivo sempre dall’altra parte..
    Da quanto soffri di attacchi? prendi qualcosa che senti? e tanto che ne soffri, se ne hai voglia raccontami un pò di te..
    Ciao Stella

  • Settembre 14, 2009 alle 10:13 pm
    Permalink

    ciao stella. figurati scusami te, io ne soffro da 1 anno ormai, sono stata da una psicoterapeuta e ho preso ansiolitici, la cura è andata benissimo sono stata fortunata perchè è adatta a me..mi piacerebbe parlare con te il mio contatto è pisola15@hotmail.it aggiungimi!! un abbraccio Chiara

  • Ottobre 13, 2009 alle 7:29 am
    Permalink

    Ciao Chiara, come stai come va?
    Scusami, mi sono assentata dal forum per impegni…
    raccontami come va…

    un pensiero
    Stella

  • Ottobre 16, 2009 alle 8:52 pm
    Permalink

    io non vengo qui spesso, se vuoi è meglio in msn se ce l’hai..qui non mi sembra il caso di conversare
    comunque bene e tu?

  • Ottobre 17, 2009 alle 10:29 am
    Permalink

    Non ho messenger l’ho tolto mi dava problemi se vuoi ci scriviamo x email se vuoi.. e se te la senti..

    CIAO

  • Ottobre 19, 2009 alle 11:48 am
    Permalink

    salve ragazze,
    è arrivato il ciclo stamattina e mi ha colpito a ciel sereno .Sono rimasta male anche s so che con un solo rapporto nn si può rimanere incinte in un periodo nn fecondo .Beh pazienza !!!!!!!!!!forse ci proverò + in là xkè nn mi vadi farmi una gravidanza proprio cn il gran caldo visto che già soffro di pressione bassa.Cuciola ti auguro di essere + fortunata di me .grazie x la canzone Stella .Un bacio a tutte

  • Ottobre 19, 2009 alle 12:04 pm
    Permalink

    Ho trovato questi consigli molto semplici e mi piacerebbe che tutte voi li leggeste. Durante gli attacchi di panico: consigli per fronteggiare la crisi

    La prima cosa da fare in caso di crisi da attacchi di panico, è di cercare una posizione comoda: se ti senti costretto, liberati della cintura o allenta un bottone della camicia. Concentra poi la tua attenzione sul respiro e cerca di fare respiri corti, superficiali e regolari.

    Cerca di fare attenzione ai sintomi che accompagnano la crisi da attacchi di panico: senso di oppressione al petto, formicolio agli arti, capogiri o sudorazione fredda…
    Intervieni su di essi, massaggiando lentamente ma anche con vigore la parte in cui si condensa il malessere. Per esempio, se avverti l’oppressione al petto, massaggia il torace; se invece avverti un formicolio alle braccia o alle gambe, massaggia gli arti; se ti senti il viso sudato o infiammato dal calore, massaggialo con entrambe le mani, come se dovessi liberarti, attraverso il massaggio, della tensione che percepisci, facendola fuoriuscire verso l’esterno. Il movimento deve essere deciso, come se stessi spingendo fuori da te la forza che smania di emergere e che ha causato la stessa crisi da attacchi di panico.
    Ricordati che gli attacchi di panico passano sempre.

    A questo punto ti accorgerai che l’attacco, arrivato all’acme, comincia a diminuire. L’intensità che caratterizza la crisi da attacchi di panico andrà via via scemando, mentre tu avvertirai una sensazione di svuotamento, di grande stanchezza mista a sollievo. Proprio come accade dopo aver partorito.

    Rimettiti nella tua postura abituale e lascia fluire liberamente sensazioni e parole, impegnandoti a non censurare azioni e reazioni spontanee. Per esempio: ti senti di dire parole che ti sembravano inopportune? È il momento di pronunciarle e di liberarsi da un eccesso di autocontrollo. Scalci o tiri un pugno? Gli attacchi di panico segnalano che hai in te delle istanze aggressive da esprimere. Sorridi o ti commuovi? Forse è giunto il momento di arrendersi alle emozioni, che emergono prepotentemente proprio grazie alla crisi da attacchi di panico.

    Attraverso il panico, tutta l’energia vitale precedentemente compressa dentro uno stile di vita inadeguato viene scaricata di colpo, creando un sovraccarico che ci fa sentire completamente travolti. Se però seguiamo questi semplici consigli, sarà più semplice cogliere il messaggio “vitale” che l’attacco porta con sé e imparare, un po’ alla volta, a modificare il nostro atteggiamento mentale nei confronti delle sfide della vita.
    Perché arrivano gli attacchi di panico?

    Gli attacchi di panico non sono semplicemente una malattia da combattere o da estirpare. All’opposto, gli attacchi di panico sono eventi che esprimono sempre un’energia soffocata, “esplosioni” che portano alla luce modi di essere o lati di noi che forse abbiamo accantonato da troppo tempo. Abbiamo “compresso” troppo a lungo la nostra vita in atteggiamenti o situazioni soffocanti ed ecco che gli attacchi di panico, in modo dirompente, mandano un segnale d’allarme, risvegliando in un solo istante tutta l’energia inutilizzata, con effetti dirompenti per l’equilibrio di chi si trova di colpo travolto da questa “onda anomala”.

    Se vogliamo affrontare bene gli attacchi di panico, dobbiamo quindi in qualche modo ascoltarlo. Solo così potremo disinnescare la sua forza. Per iniziare a percorrere questa direzione, proviamo questo semplice esercizio.

    L’esercizio antipanico

    Trova un momento di tranquillità e di relax e a occhi chiusi pensa alle tue paure, alla tua ansia, agli attacchi di panico. Concentrati su quelle sensazioni spiacevoli: a cosa somigliano? Cosa ti fanno venire in mente? Cosa potrebbero essere?

    – Ti accorgerai che, senza troppa fatica, puoi far sì che le tue sensazioni si trasformino gradatamente in un’immagine, più o meno definita, più o meno realistica.

    – Prova a dare un nome all’immagine che si forma nella tua mente, prova a immaginare da dove viene, a trovarle una collocazione, una casa.

    – Se ad esempio si tratta di una figura umana, visualizza com’è vestita, com’è pettinata, che profumo ha, che gioielli indossa… E se questi elementi non si presentano spontaneamente prova a “vestirla tu”, fino a sentirla vicina, concreta… Analogamente se si tratta dell’immagine di un animale, di un oggetto o di altro.

    – Una volta che l’immagine si è formata, puoi sospendere l’esercizio, appuntandoti però mentalmente tutte le caratteristiche dell’immagine che hai evocato.

    – Nei giorni successivi, ogni tanto, torna con la mente all’immagine: è sufficiente che durante la giornata, in momenti qualsiasi, la rievochi per un istante, come se dovessi custodirla e portarla sempre con te.

    Perché questoi esercizio aiuta contro gli attacchi di panico

    Trasformare gli attacchi di panico in un’immagine permette di attivare un processo terapeutico molto profondo: l’energia vitale, invece di venire soffocata in incombenze e atteggiamenti quotidiani innaturali ed esplodere tutta assieme nell’attacco, diventa disponibile in un “formato” concentrato e curativo da “assumere” in qualsiasi momento. Le immagini, infatti, costituiscono il linguaggio più arcaico del cervello e sono in grado di attivare, con la loro semplice presenza, risposte molto vaste a livello dei neurotrasmettitori. Costruendo una nostra, personale immagine del panico, possiamo contattare quell’oceano sepolto di energie interiori poco alla volta, disinnescando così il meccanismo che sta alla base degli attacchi di panico.

  • Ottobre 19, 2009 alle 6:29 pm
    Permalink

    E’ stupenda questa cosa teresa! Fantastica! Veramente interessante! anche a me è arrivato stamattina e non so come dirti benchè la paura che ho sempre avuto, ci sono rimasta male! mah la natura che strana! Grazie stella!

  • Ottobre 20, 2009 alle 9:39 am
    Permalink

    Ciaooooooooooooooooo a tutte…….

    buongiorno mondo….. regaliamo un sorriso x iniziare bene ……….

    per tutte

  • Ottobre 20, 2009 alle 6:34 pm
    Permalink

    grazie stella, è bellissima la canzone! come va oggi? ma posso chiederti una cosa..se ti va mi rispondi! come hai fatto con la prima gravidanza che già soffrivi di dap? stavi meglio allora? l’hai cercata o ti è capitata? hai trovato cque il coraggio! ti va di raccontarmi un po’..!!?? Ti mando un bacione!

  • Ottobre 21, 2009 alle 11:11 am
    Permalink

    Ciao a tutte!!!!!!!
    Stellina come stai? Che novita’? Io il 13 Novembre partorisco con taglio cesareo….e piu’ mi avvicino e piu’ che me la faccio addosso!!! E’ una noia aspettare…..sono troppo curiosa…..uffa!!!
    Un bacione a tutte !!!!!!!

  • Ottobre 22, 2009 alle 8:32 am
    Permalink

    Ciaoooooooooooooo vale

    BACI BACI BACI……………. mi stavo preoccupando…

    che fine avevi fatto???

    vedrai che andrà tutto bene nn ci pensare fino al 12….

    poi quando tornerai a casa facci sapere….

    un grande abbraccio

    Stellina

  • Ottobre 22, 2009 alle 8:36 am
    Permalink

    Ah ah ah ah ah….. cucciola se te lo dico nn fai più nulla………
    Son stata al solito con gli attacchi senza farmaci e con la forza dentro di me che diceva …. spero di arrivare presto a 40 sett…

    E’ stata così difficoltosa nn solo x gli attacchi ma anche x le varie cose che in gravidanza si possono incontrare che nn mi sono + sentita di affrontarne 1 altra…anche se il desiderio cera…

    Credo che nn riuscirei ad affrontarla coi farmaci… mi sentirei in colpa… sono pensieri i nostri ORRIBILI, DEVASTANTI… ma pensieri ….
    magari tu avrai una gravidanza da favola …ti auguro di star bene fisicamente così sarai + forte x tt il resto…
    in bocca al lupo

  • Ottobre 22, 2009 alle 2:15 pm
    Permalink

    Stella!!!!!! Ma che per caso sei incinta??? Mi raccomando voglio sapere eh????
    Io oggi sciatica, non ce la faccio piu’ e a volte dalla disperazione piango…..non ce la faccio piu’ con questa panzona!!!!!

  • Ottobre 23, 2009 alle 4:44 pm
    Permalink

    Dai dai che ancora poco e tutto finisce… No Vale nn sono incinta e per il momento nn ci penso nemmeno voglio godermi un po la vita…
    ti mando un bacio grande un mega sorriso e una canzone x asciugare le lacrime e darti un pò di energia

  • Ottobre 26, 2009 alle 12:41 pm
    Permalink

    Brava fai bene a goderti un po la vita….anche perche’ la gravidanza non e’ una passeggiata come credevo…..!!!!!!
    Io non vedo ora di partorire non ce la faccio a fare nulla e sto’ bene solo sul divano sdraiata….Ti volevo fare una domanda: ma e’ normale non avere fame la sera a cena e avere un po’ di agitazione di stomaco?Uffy!!!

  • Ottobre 28, 2009 alle 11:26 am
    Permalink

    Si vale stai tranquilla è tutto normale, la bimba inizia a esser stretta e ti comprime un pò lo stomaco, io avevo acidità alla fine pensa che sopporterai ancora pochissimo..tra 15 giorni l’avrai in braccio…e sarai la + felice di qst terra…non vedrai cosa + meravigliosa di quel visetto quelle manine quella perfezione che solo un figlio può donarti…
    avrai il cuore colmo di felicità che piangerai lacrime di gioia, conoscerai un felicità mai provata….

    ora via i pensieri e ascolta un pò di musica…

    raccogli la forza della musica x caricarti

    http://www.youtube.com/watch?v=Faf1ch7Q9XE&feature=related

    ti mando un grande bacio e abbraccio…

    piccolina c’è l’hai fatta e sei stata BRAVISSIMA..

    con affetto

    Stellina

  • Ottobre 30, 2009 alle 1:30 pm
    Permalink

    Stella cosa dirti? Sei unica! Grazie per tutti gli incoraggiamenti che mi hai dato in questi 9 mesi!!!!Sei carinissima…spero di essere all’altezza della situazione e spero vivamente di non conoscere la depressione post parto….Sono piena di speranze…..Un grande bacione!!!

  • Ottobre 30, 2009 alle 2:24 pm
    Permalink

    Facciamo un pò di ginnastica alla bocca ??

    dicono che faccia bene alle rughe al cuore e all’umore..

    che dite proviamo??

    in prima fila voglio il mio tesoro…

    vale siediti comoda…accidenti che panciona ..

    attenta a nn ridere troppo forte che nn ti sfugga fuori sofia

    ah ah ah ah..

    un regalino…

    http://www.youtube.com/watch?v=Kr9xTbhN2B8&feature=PlayList&p=2C3B89DD72EF4BE7&index=34

    te ne metto 2 per riserva quando sei triste e un pò giù clicca sopra e ridi …ridi vale che fa bene

    http://www.youtube.com/watch?v=51o67r9jv5U&feature=related

    Stellina

  • Ottobre 30, 2009 alle 8:05 pm
    Permalink

    Ahahahaha!!!!!Bellissimo…..risata proprio di gusto!!!!!!Che bello grazie!
    Un bacione grande grande!

  • Novembre 4, 2009 alle 3:20 pm
    Permalink

    buongiorno a tutti,
    compiro’ ad aprile prossimo 35 anni ho un bambino di circa 2 anni e mezzo, che ora e’ a casa malato.
    Non saprei come definirmi: eterna infelice, depressa, incontentabile, ansiosa……
    Vorrei tanto avere un’altro figlio, ma
    ho paura di perdere il faticoso equilibrio ritrovato in una vita senza regole ed orari.
    Inoltre ho paura di perdere questo piccolo compenso per il lavoro che tra l’altro mi tiene fuori di casa dal mattino all eore 9:00 fino alla sera ore 18:00.
    Penso che dal punto di vista economico faccio gia’ fatica a sostenere il bambino che gia’ abbiamo pensa con due e con solo il lavoro di mio marito anche lui sottopagato ed in nero.
    Mi vergogno pero’ di esitare cosi’ tanto per un gesto che dovrebbe essere fatto con in liberta’ e con amore come e’ stato per il mio primo figlio. Mi sento gia’ in colpa per questo figlio che non abbiamo ancora concepito.
    Ho paura che quando mi saro’ decisa Il Signore non me lo concedera’……….Aiuto

  • Novembre 5, 2009 alle 10:51 am
    Permalink

    Valentina auguri per il tuo cesareo prenotato per il 7. Mi raccomnando facci sapere. Baci a tutte

  • Novembre 5, 2009 alle 1:08 pm
    Permalink

    Pina ciao sono Stella…..
    mi permetto di darti un consiglio, sei giovane hai una condizione economica e psicologica difficoltosa concediti una tregua e vivi bene il presente…non metterti in testa punizioni del signore che nn esistono credo che lui come tt coloro che ti sono vicini preferiscono vederti contenta e serena che depressa triste e senza emozioni ma con 2 figli….
    Pensa a regalare gioia e serenità a qst tuo figlio intanto…poi se te la sentirai e starai bene penserai a una eventuale gravidanza…
    i figli nn si fanno per dovere o x dare compagnia al primo, ma si fanno x desiderio e amore e sopratt se si può…
    meglio una mamma felice cui tuo figlio può splendere della tua luce che una mamma stressata e triste con 2…
    buona giornata..

    Stella

  • Novembre 5, 2009 alle 9:15 pm
    Permalink

    Ciao!!!!!Mancano 5 giorni!!!!!!!L’11 di pomeriggio mi fanno il cesareo….Ho una paura cane!!!!Mi consolate????Grazie!

  • Novembre 6, 2009 alle 6:52 am
    Permalink

    io ho fatto il cesareo tre anni fa ……. non sò com’è il naturale ma lo rifarei…… dai che non è niente vedrai che andrà tutto bene e poi quando ti faranno vedere tuo figlio/a in quel momento sentirai un emozione fortissima……. non ti dico che è come fare una passeggiata ma noi abbiamo affrontato ben altro vedrai …vedrai ……sarà bello!!!!!! (i particolari non te li racconto lì scopriarai da sola)

  • Novembre 7, 2009 alle 12:46 pm
    Permalink

    Vale tesoro ….non aver paura ….pensa solo che vedrai x la prima volta il visetto di TUA FIGLIA..

    Stai x entrate in un mondo di emozioni magiche..

    Nessuna parola, nessuna frase neppure la + ricca e la più bella potrà descriverti ciò che proverai…
    ………………….

    Ma so per certo……… che………..

    Non vedrai mai tramonto + bello del suo sorriso…..

    Scoprirai che non accarezzerai mai tessuto più morbido della sua pelle..

    E…non sentirai mai fragranza più inebriante del suo profumo….

    Guarderai quel visetto con trepitazione e ti commuoverai tutte le volte che inevitabilmente osserverai la sua piccola bocca, il suo nasino …quei grandi occhi ….le manine così piccole e così indescrivibilmente perfette….

    Ti sembrerà di non riuscire a gestire la gioia che il tuo cuore sentirà..

    Ti accorgerai di esser entrata in un mondo magico…
    osserverai il suo primo sbadiglio….
    quello sguardo profondo dei suoi occhietti…
    e in quei piccoli grandi attimi avrai la consapevolezza che quei momenti saranno i primi di innumerevoli gioie che TUA FIGLIA ti regalerà per il resto dei tuoi giorni…

    Qualcuno tra poco ti rapirà inesorabilmente il cuore, ti inebrierà la mente, ti ubriacherà di felicità…

    Vale sono FIERA DI TE………..brava e x favore fammi sapere appena ti è possibile come stai e come stà Sofia

    un bacio Stellina

  • Novembre 7, 2009 alle 8:27 pm
    Permalink

    Stella riesci sempre a rendere l’idea di ogni cosa…..!!!!Quasi mi fai commuovere….!!!!!
    La paura credo sia normale nell’andare incontro ad una cosa cosi’ grande e cosi’ bella…..Spero non mi venga la depressione post parto.cono.scendomi non faro’ altro che piangere….chiaramente dalla felicita’!!!!
    Tu come stai? Ti faccio sapere non preoccuparti…Ti mando un bacio e ti ringrazio!

  • Novembre 7, 2009 alle 10:37 pm
    Permalink

    Non pensare alla depressione post parto nn avrai il tempo…e se piangerai è solo x il miracolo e la gioia che hai nel cuore…….
    la paura ci stà il cesareo è pur sempre un intervento ma cerca di pensare a ciò che avverrà .. tempo 10 minuto e sentirai ..

    ueeeeeeee ueeeeeee ueeeeee

    è penserai…………….

    il 1 sibilo di mia figlia……….. la sua voce e di li nn penserai + a te e a ciò che ti circonda…….

    pensa a cosa le dirai appena te la faranno vedere…. pensa alle parole che le dirai x accoglierla x la PRIMA VOLTA NELLA VITA… falle sentire quanto dolce è la sua mamma….

    MAMMA che bella parola……tra pochi giorni sarai

    mamma…………….

    bacio

  • Novembre 8, 2009 alle 5:08 pm
    Permalink

    Valentina un augurio di cuore per l’11. Vedrai andrà tutto bene. Ti auguro ogni felicità. Stella come stai? Io alti e bassi ma stringo i denti. Baci a tutte.

  • Novembre 8, 2009 alle 9:20 pm
    Permalink

    Credo a tutto quello che mi dici…..ma sono stata bene fino ad oggi e poi……..CRISI nera…..Piango per nulla, sono nervosissima, sento la pressione intorno a me ed io ho paura di non essere all’altezza di non farle le dovute feste di gioia…E di non essere una buona mamma….insomma tante paranoie!!!!!!Che palle!!!Non vedo ora di darvi notizie e di dirvi: Avevate ragione!!!!!!

  • Novembre 10, 2009 alle 11:59 am
    Permalink

    VALEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE DAI DAI CON DOMANI CHIUDI UN CAPITOLO E APRI UNA …..

    FAVOLA…………

    BUTTA VIA I PENSIERI E LE PATURNIE…. MAMME NN SI NASCE SI DIVENTA … IMPARERAI AD ESSER X TUA FIGLIA LA MAMMA + BRAVA E BELLA DEL MONDO…STAI TRANQUILLA E NN DIMENTICARTI DI SCRIVERE….

    DOMANI TI PENSO ………

    TI IMMAGINERO’ CON LA BIMBA TRA LE BRACCIA E LE TUE LACRIME DI GIOIA…

    IN BOCCA AL LUPO …

    CON TANTO AFFETTO

    STELLINA

  • Novembre 10, 2009 alle 12:50 pm
    Permalink

    Forza Vale!!!!!!!!!!!!
    Sei stata grande n gettare la spugna proprio nel momento + bello !!!!!!!un bacio grandissimo

  • Luglio 6, 2010 alle 10:55 am
    Permalink

    Immagino che Valentina non leggerà mai questo scritto ma mi piacerebbe molto sapere come sta ora e com’è andato il parto….

  • Settembre 10, 2010 alle 6:37 pm
    Permalink

    ciao ragazze sono una ragazza di 33 anni, non sono ancora sposata, sto con un ragazzo da un anno e mezzo, desidero tanto avere un figlio ma ho tanta paura del parto e della gravidanza e siccome soffro di ansia e attacchi di panico le mie paure aumentano ancora di piu’, xo’ vorrei tanto realizzare questo sogno……qualcuna di voi ha il mio stesso problema e ce l’ha fatta? aiutatemi

  • Settembre 22, 2010 alle 10:44 am
    Permalink

    per Mary: io ho il tuo stesso problema e le tue identiche paure. Temo che non le supererò mai … l’idea del parto e della gravidanza mi terrorizza. Io ho letto tutte le testimonianze in “Sereopin e Gravidanza”… Ho letto che molte donne hanno avuto bimbi, sani ,prendendo psicofarmaci (lo stesso che prendo io)

  • Giugno 3, 2015 alle 11:14 pm
    Permalink

    Salave a tutti sono effetta da sindrome churg-strauss e sono in terapia con deltacortene e symbicort. desidero tanto sapere se il mio caso posso sognare di una gravidanza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat