Lettera di Claudia, che ha trascorso le sue due gravidanze, affetta da coliche renali, epatiche, febbre, tracheiti e sinusiti

Ecco qui la sua lettera:

Caronno Pertusella (VA)

Care amiche del sito,

sono una mamma di due splendidi bambini, una di 5 anni e l’altro di 7 mesi e come voi tutte ho vissuto le mie gravidanze con attesa e trepidazione, impaziente di stringere tra le mie braccia i miei piccoli fagottini. Entrambi i periodi di gestazione sono stati segnati, però, non solo da malanni di stagione, ma anche da problemi più seri, come le coliche renali nella prima gravidanza e quelle epatiche nella seconda. Ebbene sì, soffro di calcoli, ma questo non mi ha impedito di portare a termine le gravidanze. Mi sono recata dalla mia ginecologa, mi ha rassicurata dicendomi che “Non si può far ammalare la mamma per salvare il bambino” e mi ha curata con farmaci che possono essere assunti in gravidanza. Quali? Beh per le coliche ho assunto antispastici (Buscopan o Spasmex) e quando ho avuto febbre, tracheiti e sinusiti sia lei che il mio medico curante mi hanno consigliato la Tachipirina e l’Augmentin, che è un antibiotico ben tollerato. I miei bimbi non hanno riportato nessuna conseguenza.

Quindi non abbiate paura di parlare con il ginecologo e fidatevi dei suoi consigli! Sotto il suo controllo, è ovvio, si possono arginare tanti disturbi con farmaci che ormai sono controllati e sicuri per noi e soprattutto per la vita che cresce dentro di noi. Ho conosciuto donne con patologie serie che hanno partorito figli sani. Se ce la fanno loro a sperare e a credere, dobbiamo farcela anche noi. Allora coraggio e auguri a tutte!

Claudia, 38 anni

Se ti piace gravidanza felice ricordati di seguire la nostra pagina facebook

Un commento su “Lettera di Claudia, che ha trascorso le sue due gravidanze, affetta da coliche renali, epatiche, febbre, tracheiti e sinusiti”

  1. non ce peggior cosa che l’ansia di una mama in attesa, io nella mia prima gravidanza ho asunto senza sapere di essere ncinta un antibiotico, e mio figlio e nato con ipospadia distale, una picola malfrmazione nel penne che si e risolto uando avev 15 mesi, con un intervento chirurgico, io non me lo sono mai perdonato questo fatto, anche se non e sicuro che era la colpa del’antibiotico. quando ero incinta per la seconda volta sono stata troppo attenta, per fortuna tutti i mii due fgli stanno bene, pero capisco ogni mama che e in ansia per il suobombo finche lo prende tr i suoi bracci, perche io ci sono passta.

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat